HomePage Nuovo Offerte speciali Accessori Usato Prenotazioni Contatti Carrello

TRIX HO - art. 22404 Deutsche Reichsbahn (DR) Locomotiva diesel-idraulica serie V 140001, Livrea blu Epoca II. Esecuzione nella versione attuale museale del Deutsches Museum di Monaco - SOUND

TRIX HO - art. 22404 Deutsche Reichsbahn (DR) Locomotiva diesel-idraulica serie V 140001, Livrea blu Epoca II.  Esecuzione nella versione attuale museale del Deutsches Museum di Monaco - SOUND, TRIX HO - art. 22404 Deutsche Reichsbahn (DR) Locomotiva diesel-idraulica serie V 140001, Livrea blu Epoca II.  Esecuzione nella versione attuale museale del Deutsches Museum di Monaco, ospitata in prestito nella Roundhouse del Lokwelt Freilassing. 
Modello di esecuzione eccezzionale per la precisione nei dettagli completamente in metallo e dotato di decoder digitale sound mfx e ampie funzioni di luci e suoni. Propulsione controllata ad alta efficienza con un volano. 3 assi azionati da aste di accoppiamento. dotati di anelli di aderenza. I tripli fari e le due luci di posizione rosse cambiano con la direzione di marcia, funzioneranno nel funzionamento convenzionale e possono essere controllati digitalmente. I fari delle estremità 2 e 1 della locomotiva possono essere spenti separatamente separatamente. Doppia funzione di luce. L'illuminazione della cabina può essere controllata separatamente digitalmente. Illuminazione con diodi luminosi (LED) bianchi e rossi esenti da manutenzione.
Lunghezza ai respingenti 16,5 cm.
STORIA DEL MODELLO 
Locomotiva diesel V 140 001 All'inizio degli anni '30, la trasmissione di potenza idraulica si era affermata con successo in piccole locomotive e automotrici. La trasmissione fluida Voith-Föttinger, ormai ampiamente matura, offriva numerosi vantaggi ei grandi motori diesel avevano raggiunto un livello di sviluppo soddisfacente. Alla fine del 1934, la Deutsche Reichsbahn decise quindi di costruire la prima grande locomotiva diesel al mondo ad azionamento idraulico sotto la guida di Krauss-Maffei. Ma c'era un piccolo problema, perché la locomotiva doveva essere pronta all'inizio della mostra "100 anni delle ferrovie tedesche" a metà luglio 1935. Pertanto erano disponibili solo otto mesi di tempo di costruzione. Nonostante molti problemi, è stato possibile, con l'impegno esemplare di tutti i soggetti coinvolti, far funzionare just in time la locomotiva diesel, inizialmente designata come V 16 101, e addirittura trasportarla alla fiera di Norimberga con le proprie forze. Successivamente, erano in programma varie serie di test che in alcuni casi hanno persino superato le prestazioni di locomotive a vapore come la prussiana P 8 durante le corse di misurazione. L'accettazione finale da parte del DRG non ebbe luogo fino al 1936. La macchina poi funzionò nell'area di Monaco e poco dopo fu ridisegnata come V 140 001 secondo il suo progetto. Dopo averlo dimostrato con successo, la Deutsche Reichsbahn lo presentò con orgoglio all'Esposizione mondiale di Parigi nel 1937. Come eccezionale certificato di ingegneria del suo tempo, è stata persino in grado di adornarsi lì con un "Grand Prix". La seconda guerra mondiale ha interrotto l'ulteriore sviluppo di potenti locomotive diesel e ha anche messo la V 140 001 sul binario di raccordo. Ma dopo la fine della guerra, il grande interesse delle potenze occupanti per le innovazioni tecniche in Germania fece sì che la locomotiva, che nel frattempo era stata danneggiata dalla guerra, fosse resuscitata. Krauss-Maffei ha rilevato la rigenerazione con piccoli miglioramenti e già alla fine del 1947 / inizio 1948 le misurazioni e i test drive hanno avuto luogo di nuovo. Successivamente, il V 140 001 era ora disponibile in una verniciatura rosso vino per il deposito di Francoforte-Griesheim per un uso regolare. Fino alla chiusura definitiva nel dicembre 1952, aveva percorso circa 130.000 km in servizio espresso, espresso e treno passeggeri per Norimberga, Heidelberg e Fulda. Una dovuta ispezione generale, il suo status di solitario, l'approvvigionamento sempre più difficile di pezzi di ricambio e la consegna di nuove locomotive diesel portarono al ritiro dell'antenato di tutte le locomotive diesel idrauliche il 13 ottobre 1953. Come costruzione pionieristica e di tendenza per la costruzione di grandi locomotive diesel, non è andato alla rottamazione, ma è stato conservato e può essere ammirato dal 2006 nella filiale del Museo tedesco di Monaco di Baviera, il capannone circolare delle locomotive del "Lokwelt Freilassing".


Clicca l'immagine per ingrandire
TRIX HO - art. 22404 Deutsche Reichsbahn (DR) Locomotiva diesel-idraulica serie V 140001, Livrea blu Epoca II. Esecuzione nella versione attuale museale del Deutsches Museum di Monaco, ospitata in prestito nella Roundhouse del Lokwelt Freilassing. Modello di esecuzione eccezzionale per la precisione nei dettagli completamente in metallo e dotato di decoder digitale sound mfx e ampie funzioni di luci e suoni. Propulsione controllata ad alta efficienza con un volano. 3 assi azionati da aste di accoppiamento. dotati di anelli di aderenza. I tripli fari e le due luci di posizione rosse cambiano con la direzione di marcia, funzioneranno nel funzionamento convenzionale e possono essere controllati digitalmente. I fari delle estremità 2 e 1 della locomotiva possono essere spenti separatamente separatamente. Doppia funzione di luce. L'illuminazione della cabina può essere controllata separatamente digitalmente. Illuminazione con diodi luminosi (LED) bianchi e rossi esenti da manutenzione. Lunghezza ai respingenti 16,5 cm. STORIA DEL MODELLO Locomotiva diesel V 140 001 All'inizio degli anni '30, la trasmissione di potenza idraulica si era affermata con successo in piccole locomotive e automotrici. La trasmissione fluida Voith-Föttinger, ormai ampiamente matura, offriva numerosi vantaggi ei grandi motori diesel avevano raggiunto un livello di sviluppo soddisfacente. Alla fine del 1934, la Deutsche Reichsbahn decise quindi di costruire la prima grande locomotiva diesel al mondo ad azionamento idraulico sotto la guida di Krauss-Maffei. Ma c'era un piccolo problema, perché la locomotiva doveva essere pronta all'inizio della mostra "100 anni delle ferrovie tedesche" a metà luglio 1935. Pertanto erano disponibili solo otto mesi di tempo di costruzione. Nonostante molti problemi, è stato possibile, con l'impegno esemplare di tutti i soggetti coinvolti, far funzionare just in time la locomotiva diesel, inizialmente designata come V 16 101, e addirittura trasportarla alla fiera di Norimberga con le proprie forze. Successivamente, erano in programma varie serie di test che in alcuni casi hanno persino superato le prestazioni di locomotive a vapore come la prussiana P 8 durante le corse di misurazione. L'accettazione finale da parte del DRG non ebbe luogo fino al 1936. La macchina poi funzionò nell'area di Monaco e poco dopo fu ridisegnata come V 140 001 secondo il suo progetto. Dopo averlo dimostrato con successo, la Deutsche Reichsbahn lo presentò con orgoglio all'Esposizione mondiale di Parigi nel 1937. Come eccezionale certificato di ingegneria del suo tempo, è stata persino in grado di adornarsi lì con un "Grand Prix". La seconda guerra mondiale ha interrotto l'ulteriore sviluppo di potenti locomotive diesel e ha anche messo la V 140 001 sul binario di raccordo. Ma dopo la fine della guerra, il grande interesse delle potenze occupanti per le innovazioni tecniche in Germania fece sì che la locomotiva, che nel frattempo era stata danneggiata dalla guerra, fosse resuscitata. Krauss-Maffei ha rilevato la rigenerazione con piccoli miglioramenti e già alla fine del 1947 / inizio 1948 le misurazioni e i test drive hanno avuto luogo di nuovo. Successivamente, il V 140 001 era ora disponibile in una verniciatura rosso vino per il deposito di Francoforte-Griesheim per un uso regolare. Fino alla chiusura definitiva nel dicembre 1952, aveva percorso circa 130.000 km in servizio espresso, espresso e treno passeggeri per Norimberga, Heidelberg e Fulda. Una dovuta ispezione generale, il suo status di solitario, l'approvvigionamento sempre più difficile di pezzi di ricambio e la consegna di nuove locomotive diesel portarono al ritiro dell'antenato di tutte le locomotive diesel idrauliche il 13 ottobre 1953. Come costruzione pionieristica e di tendenza per la costruzione di grandi locomotive diesel, non è andato alla rottamazione, ma è stato conservato e può essere ammirato dal 2006 nella filiale del Museo tedesco di Monaco di Baviera, il capannone circolare delle locomotive del "Lokwelt Freilassing".


Prezzo: € 340,00  (iva inclusa)


Questo prodotto non è disponibile


Per qualsiasi altra informazione scrivete a info@littorina.it





Altri articoli interessanti
Auhagen HO art. 11363 - Passerella per linee a doppio binario
Auhagen HO art. 11406 - Complesso di negozi
Auhagen HO art. 11387 - Casa Michaela
PECO HO - Art. SL-92 - Scambio Corto Sx - serie Streamline Cod. 100 - Insulfrog
Auhagen HO art. 11377 - Casa Katrin
PECO HO - Art. SL-96 - Scambio medio Sx - serie Streamline Cod. 100 - Insulfrog
La littorina, modellismo ferroviario
Sede legale: Via F. Turati, 23 - 31022 Preganziol (TV). Negozio: Via della Sortita, 9 30170 - Marghera (VE).
Partita IVA: IT 04297590269 - Codice Fiscale: FRCMSM57S01L736T
Normativa sulla Privacy -  Condizioni di vendita